Amo camminare, perchè solo così posso sentirmi parte della città che sto visitando, posso percepirne la sua essenza, e forse non sentirmi solo una turista, ma una local. Se a Cape Town molto spesso sto con il naso all’insù per vedere maestosi edifici Vittoriani che si snodano lungo le sue strade pittoresche con la paura di inciampare o di scontrami con qualcuno, qua mi sento più rilassata, perchè è ideale da visitare a piedi, in una giornata potrete scoprirla. Spesso la sua visita passa in secondo piano, a vantaggio dei circuiti di degustazione, ma è presenta una delle architetture meglio conservate del Capo, oltre che una vasta scelta enogastronimica molto interessante.

In questo articolo voglio raccontarvi un piccolo pezzo di Stellenbosch, in particolare di un antica strada, ricca di edifici storici importanti e della sua architettura.

I primi insediamenti risalgono al XVII sec.

Stellenbosch è una vivace cittadina universitaria e agricola, sinonimo di vinificazione e la seconda più antica città del Sudafrica, fondata da Simon Var De Stel nel 1679, la sua energia e allo stesso tempo l’atmosfera rilassata e l’aria di campagna con un tono più elegante grazie ai suoi edifici storici in stile Cape Dutch, mi hanno conquistata.


Le sue vie sono ricche di storia, in modo particolare DORP STREET, la seconda strada storicamente più ricca di edifici storici, la strada più antica del paese, e dichiarata monumento nazionale, dopo Church Street a Tulbagh.

PITTORESCA, TRASUDA DI FASCINO DEL VECCHIO MONDO, la sua architettura possiede un immenso valore storico; gli edifici infatti risalgono al XIX secolo. Se andiamo indietro nel tempo, e ripercorriamo la sua storia, Dorp Street era originariamente conosciuta come ” LA STRADA DEI CARRI PER IL CAPO “, ed era il percorso che veniva utilizzato per trasportare verso il Capo merci e posta, le prime case furono costruite nel 1710.

Le querce in Dorp Street

Girovagando per Dorp street e non solo, vi capiterà di notare che difronte all’ingresso, nel marciapiede di alcuni edifici o case, c’è un numero; ciò sta a significare che hanno una rilevanza a livello storico.

Casa Neethling

Questa parte della ” città vecchia ” è una miscela perfetta di edifici storici, boutique artistiche, gallerie, gastronomie, caffetterie e ristoranti che incarnano lo spirito della città.

Nel corso degli anni ha accumulato una varietà di stili architettonici diversi, dal Cape Dutch a quello Vittoriano e gran parte di esso è stato negli anni restaurato. Gli edifici che meritano attenzione visitando questa strada sono la LIBRERIA VERBATIM , un tempo un antica camera funeraria, ed ora una libreria dove trovare sia libri nuovi che usati.

La GALLERIA D’ARTE DELL’UNIVERSITÀ‘, una volta una chiesa Luterana progettata da Carl Otto Hager. Questa galleria espone opere d’arte di artisti contemporanei e di studenti di arte Sudafricani. L’edificio in color mattone scuro è in stile Neorinascimantale.

OoM SAMIE SE WINKEL, che rimane ancora uno storico negozio commerciale in stile Vittoriano, fedele all’originale emporio avviato nel 1904 e diventato un istituzione qui a Stellenbosch. Entrando nel ” negozio dello zio Samie ” ci si rende conto di quanto il tempo si sia fermato; l’odore del tipico pesce salato essiccato che può essere conservato per molto tempo, detto Bokkoms , libri, tabacco, conserve,passando ad utensili per giardino, sino al vestiario da tipico Farmer Sudafricano. Nel tempo forse ha perso il suo fascino originale, ma resta senza dubbio un luogo da visitare.

Poi troviamo lo STELLENBOSCH HOTEL ricco di fascino storico, costruito tra il 1692 e il 1701 dal governatore Simon Van der Stel, per poi essere restaurato nel 1987 e dichiarato monumento nazionale.

LA GRATITUDE costruita nel 1798 per il ministro della chiesa riformata Olandese, ed è forse uno degli esempi più belli di Old Dutch Style. In questo locale c’era fino a poco tempo fa un ristorante, appartenuto al famoso giocatore di golf Ernie Els ma di recente ha chiuso i battenti.

Alla fine di Dorp Street, troverete l’università, una delle più importati di tutto il Sudafrica, organizzata in 10 facoltà e 150 dipartimenti, che vertono su corsi di Teologia, Diritto, medicina, arti varie, scienze e economia. Le lezioni sono tenute in lingua Inglese, e Afrikaans.

Dorp Street non solo edifici storici

Perfetta non solo per immergersi in edifici storici, ma anche bellissime case e cottage imbiancati a calce; Tra il numero 37 e il 51 si trovano i KRIGE’S COTTAGE, una bellissima schiera di abitazioni in stile Coloniale del Capo appartenenti al XIX secolo , ricche di particolari vittoriani.

Non solo edifici storici e case , ma anche vino.

Ebbene si, in questa storica strada, c’è la sede di BERNARDT BOYE’S Dorp street WINE, che ha creato una gamma di vini che racchiudono la storia e l’atmosfera di questo luogo, e che rendono omaggio ad un antico e affascinante viale.

Una strada che racconta tante storie.

Un luogo di incontro dove si rivivono vecchi ricordi e se ne creano di nuovi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

it_ITItaliano