Winelands

” Era il 2 febbraio 1695, Jan van Riebeeck scriveva nel suo diario : oggi la lode e il signore il vino è stato fatto “

Purtroppo in quel tempo il vino non ebbe molto successo, ma negli anni a seguire il Sudafrica, venne un importante produttore di vini, ed ad oggi vanta oltre 600 cantine e attrazioni enogastronimiche di alto livello, in favolose valli, e nelle winelands, un paradiso di profumi.

 

Nel 1688, gli Ugonotti in fuga dalla Francia, portarono un netto miglioramento, nella produzione di vino, abbinata ad un habitat favorevole e ad un clima perfetto. Un mix idilliaco, che si unisce a cantine raffinate, in stile Cape Dutch, ed ad atmosfere incantate per vivere e proprie emozioni olfattive, e dove si snoda passato e presente.

 

Noi essendo amanti dei piaceri della vita, ne siamo rimasti colpiti dalla bellezza, inebriati dai profumi delle winelands, e la cosa più pazzesca che eravamo in Africa!!!

Bhe voi potreste pensare.. cosa potrebbe spingermi a intraprendere un viaggio dall’altra parte del continente ?? in particolare a visitare le winelands? Io vi darò tre buoni motivi : storie di cantine, assaggi e vini di gran pregio, vivendo esperienze uniche e affascinanti, tra natura e arte.

A febbraio di quest’anno durante il nostro terzo viaggio in Sudafrica, Stellenbosh e dintorni sono state delle tappe fisse, visitando un bel pò di cantine e passando le nostre giornate tra degustazioni, e pic nic in perfetto stile inglese, con tanto di coperta, cestino da riempire con delizie esclusivamente home made, e l’immancabile bottiglia di vino, che non aspettava altro che essere stappata per raccontare la sua storia.

Ed eccoci tra filari interminabili, statue di artisti che hanno voluto dare un tocco in più a scenari da favola, ascoltare i racconti di coloro che rendono tutto questo possibile.. e noi tornavamo indietro nel tempo, di 350 anni di storia enologica, fatta di sacrifici, e di duro lavoro, ma con la consapevolezza che un giorno avrebbero raccolto i frutti di una passione vera e profonda, quella che senti degustano uno dei tanti vini, che rendono famosi questi luoghi.

Se chiudo gli occhi, li sento ancora quei sapori, profumi fruttati, e rivedo le nostre giornate, in ottima compagnia, bevendo una buona bottiglia di vino, e storie di famiglie. Tutto ciò che conta “

Ogni cosa è perfetta, dalle cantine, luoghi impalpabili per esperienze uniche , a progetti eco sostenibili che riguardano l’agricoltura, cibo etico, e alla consapevolezza che ogni cosa che voi assaggerete è una composizione di gusti profondi, autentici, naturali come lo è questo luogo.

Sapete in realtà ci sono milioni di motivi per visitare le winelands , perché vi renderete conto che tutto poi vi rimarrà under the skin… sotto la pelle.

Tutto profuma di vita.

Allora che ne dite di partire con noi alla scoperta della wine route ?

Non aspettatevi un viaggio breve, ma intenso, e profondo, un amore sconfinato per questa terra generosa di frutti, trasformati in vini eccezionali

” C’è sempre una storia da raccontare, quello che noi cerchiamo, un ispirazione vera “