Se la Mother City è come un ottimo Champagne, tutto bollicine ed eleganza, la West Coast è la quintessenza del Sudafrica, di una bellezza austera dai toni che vanno dal bianco e dell’azzurro del mare alle dorate spiagge, circondata ad Oriente dalla catena montuosa dei Cederberg, e a Occidente dalla rocciosa costa atlantica battuta dai venti. In questa meraviglia del Sudafrica, vi sono molteplici attrazioni che spaziano da affascianti villaggi di pescatori, spiagge bianche , sport balneari, osservazione delle balene, vigneti, campi di grano, aziende vinicole alle moltissime escursioni per appassionati di trekking. Non solo cibo, mare , natura ma anche storia. La CEDERBERG WILDRNESS AREA che va da Clanwilliam a Citrusdal è famosa sia per la sua aspra bellezza, per la produzione del famoso the Rooibos e per custodire tesori di arte rupestre.

Isek Dinesen alias karen Blixen, descrive così la costa Africana.. ” Lo scenario di una Marina grandiosa, nitida, austera e sterile.. ” ( La mia Africa)

La West Coast si estende a nord di Città del Capo per oltre 400 km, con atmosfere abbaglianti e austere, sull’alto opposto della Table Mountain, fino al confine con la Namibia, troverete l’ennesima meraviglia del Sudafrica dove la natura è ricca e abbondante. Non solo costa, ma nella parte più interna vi è la zona cerealicola del paese che ha come centro Malmesbury, con biondi campi di grano.

Nell’entroterra vi sono le aziende vinicole della West Coast: la SWARTLAND WINE E OLIVE ROUTE comprende circa 20 aziende, intorno alla valle di Riebeeck e Porteville. DARLING, circondata da vigneti, campi di frumento, strade alberate e piccoli cottage, in primavera è nota per la sua mostra floreale nata nel 1917, ma strepitosi fiori li potete ammirare nelle molte fattorie e riserve naturali private come la RONDEBERG NATURE RESERVE . Dal 2004 offre anche un itinerario enologico, senza tralasciare TULBAGH una cittadina che lungo Church Street la via principale, sorgono 32 case Vittoriane e in stile Cape Dutch del settecento e ottocento. Altre cittadine degne di nota sono CITRUSDAL, la terza regione produttrice di agrumi del Sudafrica, e che rappresenta un buon punto di partenza se volete partire alla scoperta della Cederberg Wildrness Area. Anche qui durante la stagione ella fioritura potrete vedere panorami davvero suggestivi.

Il terreno arido in pieno inverno sino alla fine della primavera, specie nel West Coast National PARK, si trasforma, in una esplosione di vitalità e le margherite bianche sono le prime a sbocciare, annunciando l’arrivo della nuova stagione, seguite da quelle arancioni, rosa gialle e viola , quando il FYNBOS del Capo fiorisce in tutto il suo splendore.

VISITANDO LA WEST COAST

Iniziamo il viaggio partendo da Città del Capo, prendendo la strada regionale R27 che collega i sobborghi di Milnerton, Bloubergstrand e Melkbosstrand, una bellissima strada panoramica che vi permetterà di avere delle splendide viste sul mare, e dove fermarsi per ammirare l’ineguagliabile vista sulla Table Mountain che si ammira attraverso i 16 km della Table Bay.

Sempre lungo questa strada, si giunge a YZERFONTEIN un tranquillo villaggio di pescatori immerso nella natura, famoso per le sue aragoste, e la possibilità di fare il tipico Braai sulla spiaggia. Proseguendo poi verso nord, arriviamo a PATERNOSTER la meta preferita dai Capetonians per le loro vacanze , il villaggio di pescatori più antico dell’intera West Coast. Ricco di fascino con le sue casette bianche e le colorate barche è un luogo idilliaco, tutto l’anno. Il suo nome significa ” padre nostro ” perché la leggenda vuole che, i marinai Portoghesi naufragati con i loro velieri in tempi molto lontani, recitassero il padre nostro per ringraziare di essere sopravvisuti. Il villaggio oltre che per la sua costa selvaggia, si caratterizza per la pesca che è l’attività principale dei suoi abitanti: le aragoste Australi Sudafricane e gamberi di fiume sono presenti in grande abbondanza, non dimenticate di perdervi tra i sapori e profumi in uno dei ristoranti presenti con le loro specialità. Le strade sono animate da studi artistici e di vasai che con le loro mostre rendono ancora più variopinta Paternoster, mentre la campagna circostante vanta affioramenti granitici dalle forme bizzarre!

A 5 km da Paternoster vi è l'ultimo faro della costa Sudafricana   ad   avere    ancora il  guardiano, quello di CAPE COLUMBINE, all'interno dell'omonima riserva.Pensate che questo faro era il primo ad essere visto dalle navi provenienti dall'Europa, ed è stato costruito nel 1936.

Proseguiamo verso ST. HELENA BAY con le sue 18 baie, che grazie alla sua posizione, vi permette di vedere l’alba sul mare, l’unico posto sulla costa occidentale. La scoperta di questa piccola baia, si deve al navigatore Portoghese Vasco De Gama, che il 7 novembre del 1497 attraccò qui per 8 giorni. Qui la vita nautica è al centro della comunità, ed è famosa per essere uno dei principali centri di pesca. La vicina riserva privata naturale di CAPE ST MARTIN offre una fauna e flora spettacolari. Imperdibile la visita al suo porto, il SANDY POINT.

A circa due ore di auto, incontriamo LAMBERT’S BAY piccola cittadina di pescatori, proclamata ” il diamante ” della costa occidentale, per le sue famose lunghe spiagge bianchissime, il clima mite, la ricca fauna e le sue aragoste. In primavera è possibile vedere le balene Franche Australi, in inverno le megattere e nel mese di marzo si tiene il Crayfish Festival, ( il festival delle aragoste). A circa 100 metri al largo si trova BIRD ISLAND, un isola area di riproduzione di migliaia di pinguini Africani, e per la Sula dalla testa gialla.

Il punto focale di questa parte di costa, sicuramente è il WEST COAST NATIONAL PARK, un area marina protetta e riserva naturale, che possiede nicchie ambientali uniche, è una delle aree paludose più importanti del Sudafrica.Il periodo miglior per vedere il parco va da agosto a settembre, quando cambia il suo scenario paesaggistico per l’incredibile esplosione di colori che i fiori donano in questo periodo. La concentrazione maggiore si trova all’interno della RISERVA NATURALE DI POSTBERG, aperta per due mesi all’anno , dove oltre a splendidi fiori farete anche incontri speciali, come zebre, struzzi, fenicotteri , antilopi e gnu. Il parco è visitabile sia in auto, in Mountain bike lungo la pista ciclabile, oppure a piedi, nei sentieri tracciati. Il cuore invece del parco è la LAGUNA DI LANGEBAAN, all’interno della baia di Saldhana, un porto naturale che deve il suo nome al capitano di una nave Portoghese che visitò il Sudafrica nel 1503, dove lo spettacolo è memorabile, acque turchesi e balneabili, infatti l sua profondità è di appena 6 metri, ideale per gli sport acquatici, e una bella nuotata. La laguna è circondata da spiagge bianchissime, popolate da fenicotteri e uccelli marini. La cittadina di Langebaan merita una sosta, dove si respira una tipica aria di vacanza!

A Saldhana Bay si possono fare immersioni per vedere vari relitti, pesca sportiva d’altura, e sulle isolette si possono vedere le Otarie Orsine del Capo che vi abitano, da agosto a novembre vedrete le balene Australi, da ottobre a novembre le megattere, le Bale di Bryde si avvistano tutto l’anno.

Questo spettacolare percorso della West Coast vi porta sino al deserto del NAMAQUALAND, una terra arida che in primavera si trasforma anch’essa, infiammandosi di colori colori, con una miriade di margherite e piante grasse in fiore. Qui ci sono varie riserve, che vanno dal Namaqua National Park, la riserva Tienie Versveld, la riserva naturale di Goegap, Nieuwoudtville Wildflower Reserve, e Biedouw Valley.

Seguendo suggestivi percorsi da un villaggio di pescatori ad un altro, si può avere un assaggio della cultura gastronomica della West Coast. In questo tratto di costa è stata lanciata un entusiasmante CAPE WEST FOODIE ROUTE, creato da West Coast Way e che comprende ristoranti, e cantine, attraverso un viaggio gastronomico unico, alla scoperta di sapori e profumi di questa zona.

La West Coast merita un viaggio a se, alla scoperta dei suoi colori, e delle sue atmosfere abbaglianti ricche di magia. Scoprirete un lato del Western Cape diverso, autentico e selvaggio.

Sarà la sensazione di essere ai margini del mondo, e il vento che con la sua forza si infrange sulle rocce, ma io vedo solo una bellezza pura da togliere il fiato.

VI sembrerà di attraversare due mondi distinti di un incantevole magia.





Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment moderation is enabled. Your comment may take some time to appear.